Seleziona una pagina

Finale Ligure, 7-8 Marzo 2015, RCM camp Base.

Tutti conoscono la formula “Perché Sanremo è Sanremo!”… ma chi fa mtb sa che la realtà è che Finale è Finale! Non a caso la località ligure è stata inserita tra i 5 resort da visitare almeno una volta nella vita per un biker. _YAR7486La varietà di percorsi che offre questa piccola cittadina è incredibile e così varia da accontentare il downhiller più accanito come il neofita alla prima esperienza. Non a caso per questa prima edizione del corso abbiamo scelto di effettuare un evento di Livello Base. Il coinvolgimento che stanno raggiungendo i nostri corsi ci fa estremo piacere, e vedere ragazzi partire addirittura da Roma per partecipare ad eventi di un week end, dimostra che il nostro sport sta maturando molto e sta espandendo i suoi tentacoli sempre più sul territorio italico.

Non neghiamo che l’emozione di iniziare un nuovo anno di corsi è grande. La paura di non ritrovare la coesione del gruppo, o i giusti ritmi o la giusta fluidità nella gestione dei tempi è sempre alta. In realtà la bellezza del nostro sport è proprio che tutte queste “difficoltà” vengono spianate dall’entusiasmo e dalla voglia di divertirsi dei partecipanti ad un evento del genere.

Sabato mattina nessun ritardo, nessun disperso, tutti pronti alle 9.30 come da programma. Si carica il furgone RCM e il furgone con carrello di RIDE ON NOLI,_YAR9032 nostro partner per questo week end. Morale alto fin da subito e colazione a base di focaccia e cappuccino. Del resto la parte del Mangi è sempre fondamentale per noi. Primo sentiero: Toboga di Canova. Un trail da sogno, liscio e sinuoso in tutto il suo svolgimento, con qualche singolo passaggio tecnico. Vari stop come da programma per visionare le tecniche base e farci fotografare da Yari. La mattinata fila liscia e in un attimo ci troviamo seduti a pranzo dove, tra Fügassìn (pane fritto), affettati, pasta, cocacola, dolcetti, e chi più ne ha più ne metta, recuperiamo le energie utilizzate._YAR8649

Il pomeriggio scegliamo invece il trail chiamato Roller coaster. Anche qui il terreno non presenta ostacoli eccessivamente complessi, del resto siamo ad un corso base ed è fondamentale potersi _YAR7523concentrare sulle tecniche di guida più che sul rimanere in piedi. Non ci si annoia di certo però, tra un saltino e un avvallamento la concetrazione rimane alta e non manca qualche scena che verrà ricordata durante il week end e sicuramente anche dopo. Da chi resta in piedi in discesa per finire gambe all’aria in salita a chi inventa nuove linee per mirare dritto a delle rocce sporgenti. Ce n’è per tutti! Il roller coaster è veramente lungo e i primi metri da fare a spinta segnano gli animi. Grande giornata e tutti sotto la doccia al San Giuseppe. Per chi non lo conoscesse questo albergo ormai vive sul turismo mtb… il che la dice lunga sul giro di persone che ruotano intorno a questo sport a Finale.

La domenica passa ancor più velo_YAR8822-Modificacemente e riusciamo addirittura a fare 3 giri totali (q_YAR8432ualcuno preso dalla foga finisce per farne 4, l’ultimo ormai all’imbrunire). Tutti si scaldano grazie anche al sole che oggi picchia forte. Anche il vento è calato rispetto al giorno precedente e la temperatura è ideale. Nonostante le facce sconsolate durante la spiegazione e le prove del bunny hop i trail oggi vengono mangiati dai partecipanti e questo dimostra che i due giorni di MTB stanno portando confidenza e feeling col mezzo a chi li ha vissuti. Anche i richiami a tenere le braccia larghe o il sedere lontano dalla sella diventano sempre più radi_YAR9159._YAR8934

Una birra fresca, un aperitivo e gli hard disk pieni di foto attendono i ragazzi a fine discesa. Un altro corso è andato e tutti i dubbi sul nostro operato vengono fugati dai sorrisi, dalle parole di ringraziamento e dall’entusiasmo dei partecipanti. Come spesso accade lo stato d’animo è contagioso e dobbiamo dire che siamo davvero contenti di questi du_YAR9424e giorni.

Ci vediamo presto a Sestri Levante per due week end di corso Intermedio. Pronti a dare gas, pronti a scattare foto e fare video. Come al solito gli inizi creano dubbi e paure, ma ormai il 2015 è partito e ci siamo caricati per tutto l’anno!